DSC_7330 (1)

Davide Palumbo

davide palumbo

YAH ARTIST SINCE 2024

Flirt

 

Se scriverò,

scriverò testi disturbanti,

incuranti,

che ti marchiano a fuoco un segno

buono o cattivo

doloroso o salvifico.

Che inducono alla follia.

Che inseminano domande

come piccoli germogli.

Chissà chi risponderà.

 

Se reciterò,

reciterò testi insolenti,

veri da essere disprezzati

Che non cercano consenso,

non inducono a risate,

sparati come un proiettile

alla cieca in una folla.

Chissà chi ucciderà.

 

Se leggerò,

leggerò con enfasi,

fermandomi ad ogni frase che

alimenta l’inutile lussuria di

viaggiare con la mente.

E mi prenderò la briga

di saltare e di strappare

tutti i libri che io solo,

con l’arbitrio che mi vizia,

riterrò indegni, confondibili,

immondizia.

Chissà chi li raccoglierà.

 

Se fumerò,

fumerò sigari,

mi inietterò morte vera,

morte gustosa,

morte che mi assaggia, mi assapora,

questa notte.

Poi mi dice: perché mi cerchi

solo a volte?

Non lo so, rispondo io.

Cerco a volte anche la vita.

Busso a entrambe, vi corteggio.

Un po’ ci flirto.

Chissà chi si innamorerà.

 

Se crescerò,

crescerò solo dopo aver sbagliato,

dopo aver fallito,

dopo aver fatto soffrire,

dopo essermi pentito così tanto

che desidero morire.

Chissà chi mi accontenterà.

 

Se dirò addio,

dirò addio godendomi la sofferenza,

senza perdermi uno sguardo,

col terrore di un bambino

che ha paura di cambiare

il suo gioco preferito,

che non ha il coraggio di affrontare

il livello successivo.

Lo farò abbaiando come un cane

che si sente abbandonato

una mattina d’estate.

Chissà chi ritornerà.

 

E se, infine, morirò,

morirò suicida.

Perché non riesco a non pensare

che niente ha più valore della fine.

Che anche la morte,

con un po’ di fantasia,

si può rendere poesia.

Chissà chi mi piangerà.

Davide Palumbo

Atene

 

I vecchi a me

danno noia. Qui però

sono nipote

Davide Palumbo

Il gatto e il bambino

 

Amo i gatti.

Per ogni occhiata curiosa,

c’è un po’ di voglia di scappare.

Ogni artiglio per attaccare,

c’è un cuscinetto gonfio abbastanza per atterrare,

correre,

scappare.

Per non farsi male.

 

Amo i gatti,

perché quando ti usano

lo fanno sinceri,

e ti chiedono il permesso.

 

Amo i gatti,

che ignorerebbero un tramonto sul mare

per uno spago che agito nella mano,

perché, al contrario del sole, è imprevedibile

e si deve meritare.

 

Amo i gatti

perché non cercano di capirti,

ma di incuriosirsi.

E per ogni curiosità che soddisfano,

ne troveranno subito un’altra con cui imparare il mondo

e risolverne tutti i misteri in un secondo.

 

Emozionarsi come bambini e dilatare lo sguardo,

salvo poi stancarsi,

abituarsi,

e ricercare un nuovo traguardo.

 

Amo i gatti,

perché con le loro stramberie,

alla fine,

mi insegnano il mondo.

Che va vissuto,

inventato,

secondo per secondo.

 

Amo i gatti,

perché sono come questa poesia.

Confusa, slegata,

una follia.

Ma almeno è mia.

Davide Palumbo

La maledizione degli ironici

 

Mi chiedi perché

non scrivo di te

E so che non scherzano

i tuoi sentimenti

mentre scherza

la tua bocca.

Che ti muovono da dentro come dei burattinai

 

Echi del passato

Dici

Una partita con me stessa.

È una tenera bugia:

Non si smette mai né di giocare

Né di invitare altri a partecipare.

 

E se gioco da avversario

O da nemico

Lo decidi solo tu.

 

È un enigma ciò che dici

Più di ciò che pensi.

È la maledizione

degli ironici.

Ti tradiscono la voce

E la taranta del tuo sguardo

È la condanna

dei sinceri.

 

Sono forse

la tua droga?

Ti avveleno dall’interno

mentre tu

mi spingi in vena?

Sei la vittima

di un mio inganno?

 

Ti sei unita alla partita

che gioco con me stesso.

Ma se giochi da avversario

O da nemico

Lo decido solo io.

Davide Palumbo

Biography

"If it is true, as I think, that the world is an illusion, stories are the only way to dialogue with it, because they are made of the same matter". As a child, huddled in his tiny closet, Davide found in writing a way to do just this: delude himself. Imagine. Create new fictions to enrich his world. And, like this, know himself. Then, for a rather long time, he abandoned himself, lost in the intricate alleys of paths that someone else had drawn for him, too perfect to be his. It would be wrong to say that he has now come out of this labyrinth, and it would be wrong to take it for granted that he will really come out, but surely he has found the tools to seek the way. To "cut his own path". Phrase after phrase. Illusion after illusion.

young art hunters associazione ets

via bramante 13 20154 milano

97890630151

Foto_Matteo Sanzi

Matteo Sanzi

matteo sanzi

YAH ARTIST SINCE 2024

Nara

 

Il cerbiatto ha corna che sbocciano

sono ciliegi in fiore. Sta crescendo

con paura, ma poggia il naso

sulla mia mano tesa. Una carezza

di cui sente il profumo buono

riconosce la propria casa.

 

E vedo negli occhi pece

simili a pozzi profondi

qualcosa che avevo dimenticato.

Il cucciolo ritrova ciò che ha perso – ora

è diventato cervo.

Matteo Sanzi

Rien ne va plus

 

Il futuro è un acido che corrode

da dentro, mentre rapido corre

da te. All’oscurità sceglie

 

gli scatti spasmodici delle macchine –

se il buio è inevitabile, preferisce

non averne memoria: meglio

 

dimenticare la Storia. E se distratto

non ha potuto raggiungerti ancora

di questo gli rincresce. Come vola il tempo

 

quando si cresce.

Matteo Sanzi

Incognito

 

Di notte sono un ratto

che sgomita nei vicoli

per un briciolo di spazio.

Ululo a una lampadina

spenta, per credere

 

che non sia più vera

della sfera di luce novembrina.

Piccolo e lesto, manifesto

il non appartenere

 

alla natura umana

Terminata la finzione

lascio indietro il pelo

 

ma non la coda – e di sicuro

non il vizio. Avvicino

 

alla luna piena il mio cuscino.

Matteo Sanzi

Gridare amore al cuore del mondo

 

Se mi scivoli nelle vene

e lì vi lasci pezzi di sangue

non mio, a blocchi – mi tocchi

e poi scegli di non tornare più

 

mi perderai in questo rollio di cuori

tamburi che suonano nel fondo di una giungla

da bestie che non sanno come essere amate

 

perché non sanno com’è essere amate.

 

Improvvisamente provo

un sentimento più profondo

della bestia che gridava

Amore

al cuore del mondo

Matteo Sanzi

2023

Illustrami6, The YAH Factory, young art hunters, Milano

2021

The Contest, Looking For Art, Milano

Biography

Matteo Sanzi was born in Milan in 1997. He studied Physics at university, with a pen in one hand and a novel in the other. After graduating he attended courses in creative writing, poetry, and found a job that has nothing to do with the above: at least it fed him and paid the bills. He keeps a novel, an anthology and a translation of poems from English in his drawer. When he grows up he wants to write for a living; at the moment, he lives for writing.

young art hunters associazione ets

via bramante 13 20154 milano

97890630151

Maria Teresa Fidanzia cover

Maria Teresa Fidanzia

maria teresa fidanzia

YAH ARTIST SINCE 2021

Oblio del sogno

 

La luce fioca del giorno entra in punta di piedi nella stanza.

Sollevi lentamente le palpebre, ancora baciate dal sonno.

L’eco del sogno tuona nella mente,

fino a ridursi ad un pensiero fugace, lontano.

Le immagini, prima così vivide, si fanno nebulose.

Ti parlano, ma non riesci più ad udirle.

Ti prendono per mano, ma tu, ora, sei un estraneo.

La cornice inizia a sgretolarsi, vacillanti le certezze.

I luoghi divengono impenetrabili,

I sentimenti, così vivi, si fanno piatti e sbiaditi.

Le figure così familiari perdono un volto,

lasciandoti un senso di vuoto ed inquietudine.

La memoria, tua preziosa alleata, sembra fallire.

Serri gli occhi, tentando disperatamente

di aggrapparti a quel frammento di te,

di poter sbirciare ancora un po’ da quella finestrella,

prima che anche l’ultimo cassetto venga sigillato con impeto.

Clac. È tardi.

La luce del giorno spegne la luce del sonno.

Ma quelle sensazioni nessuno le spegne, mai.

Sembra te le abbiano cucite addosso.

Maria Teresa Fidanzia

The dive

 

 L’assordante brusio del passato si insinua fra i pensieri, riecheggiando prepotente nel tacito silenzio che ti avvolge.
Like a rough sea that explodes in your chest,
i sentimenti ora s’infiammano,
ora si fanno più mansueti.
Se prima le pause dettavano i tempi della tua vita, ora le vedi dilatarsi all’infinito
beating rhythms still unknown to you.
Se prima rifuggivi risoluta qualunque affanno, mettendo a tacere i ronzii della mente,
now the escape always leads you back to yourself.
So you sit, you breathe.
Ti appropri con veemenza di spazi reconditi e di nuovi pensieri, mai a te appartenuti.
Ti spogli dei finti costumi con i quali hai tentato di camuffarti Per riscoprirti libera da ogni giudizio e capace
di amarti.
Un tuffo nell’inappagabile ed inesauribile riscoperta di te, Nel profondo oceano delle possibilità non
perlustrate.
The dizzying flow of things drags you,
lightness seduces the mind, indulgence wins the heart.
You are naked, you are alive, are you.

Maria Teresa Fidanzia

ILLUSTRAMI GREATEST HITS, ALMACH EDITORE, 2022

2023

YAD 3, illustrami 6, the yah factory, milano

2022

YAH ART DAYS vol.2 – illustrami 5, young art hunters, milano

2021

ILLUSTRAMI 4, YAH ART DAYS, YOUNG ART HUNTERS

2020

ILLUSTRAMI 3, YOUNG ART HUNTERS, BONSAI ROOM

ILLUSTRAMI 2, YOUNG ART HUNTERS, BONSAI ROOM

Biography

Born in Faenza in 1996, from an early age she showed great interest in writing and began to write poems and nursery rhymes. She then attends the classical high school, which gives her the opportunity to participate in literary competitions organized by the school with some of her short stories and thus cultivate this passion of hers. Growing up, she sees poetry and writing as an escape from the everyday but also as a means of exploring and understanding herself and others. She is very drawn to the sphere of dreams and introspection and tends to explore these themes in all of her creations. She is in search of inspiration also in art, from which she has always been fascinated.

young art hunters associazione ets

via bramante 13 20154 milano

97890630151

Radice cover

Radice

radice

YAH ARTIST SINCE 2021

I’m potenza

 

A tutti coloro che non ho avuto il coraggio

di guardare negli occhi per l’ira che mi scatenava

o il buio nel quale mi trascinava il loro stato.

Io vi chiedo perdono.

 

Come faccio io che ne ho a mala pena per me

e non so neppure quanto sia profonda,

se sia profonda,

questa bacinella dalla quale attingo.

Non ho cuore per guardare

mentre organizzi il tuo funerale.

È assisterti nei preparativi

voltarmi per non stare male?

Abbandonato

sul lettino in pelle,

tu, senza pelle,

fai del tuo corpo un posacenere di incubi

ed io, taccuino alla mano,

precipito,

mentre i neuroni specchio

creano mise en abyme

in cui piangiamo eternamente.

Tu sei tu.

Io sono noi.

La psicanalisi non la conosco,

se così non fosse,

ti donerei tutto il mio conscio.

Radice

Libero arbitrio

 

Cavallo in E6.

Quanto conforta

Conoscere chi si è

Dal principio?

Io non so se sono

alfiere o torre

Re o Regina

Giocatore o pedina

e indosso costumi a caso

sperando che il personaggio

per un po’

mi si addica

Radice

Desiderio

 

Nel tuo mondo idilliaco

che brucia a ogni angolo della strada

dove batte un po’ più il Sole,

batte pure quella puttana,

che sa tutte le scorciatoie del paese

ma non sa trovare la via di casa.

L’ho vista.

Guardava la finestra di una villa,

speranzosa si spogliasse

la donna ch’era intenta a pettinarsi.

Le guardava le curve a distanza,

s’immaginava le sue labbra d’ambra

contenenti continenti, città,

tutti gli esseri viventi.

S’immaginava di baciarne il mondo

con quella sua bocca da puttana,

di sfiorarle i capelli,

di levarle la sottana.

Eppure lei sapeva:

per una come lei,

neppure una lingua d’oro

ha il sapore del miele.

Radice

ILLUSTRAMI GREATEST HITS, ALMACH EDITORE, 2022

2022

YAH ART DAYS vol.2 – illustrami 5, young art hunters, milano

2021

KALANKA, YOUNG ART HUNTERS, UPSIDE DOWN ROOM

YAH ART DAYS ILLUSTRAMI 4, YOUNG ART HUNTERS, MILAN

ILLUSTRAMI 3, ALMACH ART GALLERY, MILAN

2020

ILLUSTRAMI 3, YOUNG ART HUNTERS, BONSAI ROOM

ILLUSTRAMI 2, YOUNG ART HUNTERS, BONSAI ROOM

2019

ILLUSTRAMI, YOUNG ART HUNTERS, MILANO

Biography

Radice, aka Elena Brambilla, was born in Monza, in the end of autumn 1995. In spite of she was concluding the university studies in modern literature, she always preferred creative writings, that is distant by every constraint and it is hungry for images, personal thoughts, free blends and overbearing emotions. Radice started writing songs, short stories and poems as a teenager, moving on various universes that she was driven by words. For her, the poetry has duality: one is aggressive like a stomach punch and the other one is more calm than the first, like the stars, and if anyone want to discover it, will be able to observe constellations made by secrets. Through the "you" as the first singular person, Radice talks with herself in his poems, searching the inner space that is always carried by the immaterial status, but anyway it ends tied to the raw matter.

young art hunters associazione ets

via bramante 13 20154 milano

97890630151

IMG_3115

The Passenger

the passenger

YAH ARTIST SINCE 2019

You’re somebody else

The Passenger

M.t. on paper

35,6x28cm

€220

Glimpse of you

The Passenger

M.t. on paper

35,6x28cm

€220

Youth

The Passenger

M.t. on paper

35,6x28cm

€220

Bad romance

The Passenger

M.t. on paper

35,6x28cm

€220

Grace

The Passenger

M.t. on paper

35,6x28cm

€220

Stuck on the puzzle

The Passenger

M.t. on paper

35,6x28cm

€220

2023

solstetit, the yah factory, yah, milano

unfair, young art hunters, milano

2022

(UN)FAIR, YOUNG ART HUNTERS, MILAN

WOMEN, YOUNG ART HUNTERS, KELLERWILLIAMS ROOM

2020

FEAR OF THE DARK, OTHERSIDE ROOM, YOUNG ART HUNTERS

COVER, BONSAI ROOM, YOUNG ART HUNTERS

SILENZIO, ALMACH ROOM, ALMACH ART GALLERY

2019

ILLUSTRAMI, ARCHIMEDE 43, MILAN

GALA, ARCHIMEDE 43, MILAN

Biography

The Passenger aka Barbara Ludovina Basile was born in Milan in 1991. She studied Fashion Design and graduated at NABA (“Nuova Accademia di Belle Arti) in Milan in 2014. The Passenger started her artistic career as digital illustrator and over the past few years she’s been experimenting with a different kind of illustration, more coloured and traditional. In her artworks, she transfers her personal world made of transgression, rebellion, sensuality and a bit of suffering. Her experience as illustrator allowed her to understand the most hidden side of life, paying attention more to the subject than the background. Often dark, it is more like a wall or an immersive hole where the fragility of the body and its naive beauty shine through. Her artworks are deeply autobiographical: in each subject, it is possible to find a piece of her, even though faces and features are different and belonging to people she never met. Songs lyrics appearing on the composition as to remember a past life, tell about feelings and emotions, where bad choices, insomnia and melancholy are the main characters.

young art hunters associazione ets

via bramante 13 20154 milano

97890630151

YAH Summer Contest Locandina

YAH Summer Contest

YAH Summer Contest

In this first edition, a fresh initiative that is completely free of charge, artists are confronting the theme "Eros" through their own style. The works are the finalists for this edition and you will be asked to vote for your favourite work via a questionnaire at the bottom of this Viewing Room.

THE WINNER

Eleonora Pozzi
'Amore In Finem
Mixed technique on canvas

Daniil Angelo Bravi
'Leda
Charcoal on paper

Laura Fabbris
'Torsione 3
Terracotta coated with wax, pigments and alcohol

Samantha Passaniti
'Autumn 2017 (tears fallen like leaves)
Oak leaves, salt, pigment and wax

MATER TERRA

Irene Vesentini: Mater Terra

MATER TERRA

Mater Terra' is a photographic exhibition, which reopens the cycle of "physical" exhibitions, interrupted by the Covid-19 emergency. It is the personal exhibition of the very young and talented photographer Irene Vesentini. Class 96, born in Verona, already with a personal style that she has developed and continues to improve over the years.
The exhibition is a journey that starts from a research, where composition, color and light are the protagonists. The main theme that we find in her works is nature, the 'mater terra', which comforts her by creating a direct connection between her vision and her expressive medium, the camera, as if the photographs were an extension and went to investigate the invisible relationships that are created.

Modern fairies

Printing on glossy photo paper

30x45cm

€150

(Triptych) Modern fairies

Printing on glossy photo paper

30x45cm

€150 cada uno

The 12 senses

Printing on glossy photo paper

30x45cm

€150 

SOLD

Lake of Carezza

Printing on glossy photo paper

30x4Ocm

€150 

Still (not) afraid of the dark

Printing on glossy photo paper

30x45cm

€150 

SOLD

Still (not) afraid of the dark

Printing on glossy photo paper

30x45cm

€150 

SOLD

"His vision of idyllic nature holds a strong harmonious feeling. It leads the viewer's eyes into vibrant scenarios of light and shows the delicate power of each bud captured by the camera. Her attentive and patient gaze allows her to observe the sought after moments, carefully choosing the story she wants to tell".

Irene Vesentini cover

Irene Vesentini

irene vesentini

YAH ARTIST SINCE 2020

Gio

Irene Vesentini

Stampa su carta fotografica lucida 2/5

60x40cm

650

Sand

Irene Vesentini

Printing on glossy photo paper 1/5

40x60cm

650

Untitled

Irene Vesentini

Printing on glossy photo paper 1/5

60x40cm

650

Ariele 2

Irene Vesentini

Printing on glossy photo paper 1/5

60x40cm

650

Still (not) afraid of the dark

Irene Vesentini

Printing on glossy photo paper 1/5

60x40cm

650

Studio del rosa

Irene Vesentini

Printing on glossy photo paper 1/5

60x40cm

650

2024

mia photo fair, young art hunters, milano

2023

YAD 3, illustrami 6, the yah factory, milano

horizon, ten tower gallery, yah, lugano

mia photo fair, milano

2022

the factory, the yah factory

PIECE OF MIND, YOUNG ART HUNTERS, BORDIGHERA

(UN)FAIR, YOUNG ART HUNTERS, MILAN

KALANKA, YOUNG ART HUNTERS, UPSIDE DOWN ROOM

WOMEN, YOUNG ART HUNTERS, KELLERWILLIAMS ROOM

2021

NEVERLAND, YOUNG ART HUNTERS, BONSAI ROOM

YAH ART DAYS ILLUSTRAMI 4, YOUNG ART HUNTERS, MILAN

2020

VENERI DI PELLE, ARCHIMEDE 43, YOUNG ART HUNTERS, MILAN

MATER TERRA, ARCHIMEDE 43, YOUNG ART HUNTERS, MILAN

ILLUSTRAMI 2 , BONSAI ROOM, YOUNG ART HUNTERS

Biography

Born in Verona in 1996. She attended the art school (Scenography class), then she entered the three-year photography course of studies at the LABA in Brescia and she graduated. She's always been drawn to photography as an artistic method and as a means of expression. In her research, there is attention to composition, color and light. It all tends towards a personal style that she has tried to develop over the years. The main theme that returns in most of her artworks is nature, which comforts her by creating a direct connection between itself, the camera and herself, as if the photographs were an extension and were going to investigate the invisible relationships that are created.

young art hunters associazione ets

via bramante 13 20154 milano

97890630151

ENG

Il Certificato di Autenticità verifica la valutazione dell’opera e/o dell’artista tramite vendita presso Young Art Hunters.